Terzo Cash Mob in... Un mare di libri

Il 26 luglio 2012, per il terzo mese consecutivo, abbiamo organizzato un cash mob a Palermo.
Il beneficiario è stata la libreria "Un mare di libri", in via Crispi, 88, premiata per il coraggio della scelta imprenditoriale: è stata infatti aperta a gennaio di quest'anno con lo spirito di rivalutare una zona ad alto potenziale ma ancora a bassa vocazione commerciale. Una libreria che apre mentre le altre chiudono... coraggio o incoscienza?

Pur essendo molto affascinato da questa libreria, avevo due riserve nell'organizzarvi un cash mob:
1) i troppi legami tra me e il mondo del libro avrebbero fatto pensare a degli interessi personali e/o scatenato invidie;
2) uno dei segnalatori, Maria, era la moglie di Maurizio, socio della libreria (altri due segnalazioni provenivano da clienti), il che rappresenta a tutti gli effetti un'autosegnalazione.

Per il primo scrupolo, ho deciso che i malpensanti li avrei affrontati con buona pace, se si fossero presentati. Anzi, tanto valeva contribuire animando il cash mob con gli strumenti a mia disposizione, ovvero facendo partecipare l'intero CdA della mia casa editrice e l'autore di uno degli ultimi libri di successo dedicati a Palermo.

Per il secondo scrupolo, attestata la veridicità delle segnalazioni "altre" e la sincerità di Maria nell'aver tenuta nascosta al marito la sua segnalazione, abbiamo deciso di procedere ugualmente mettendo su insieme a Maria un piccolo piano di depistaggio per suo marito e gli amici che avrebbe coinvolto.
Il cash mob da "Un mare di libri", quindi, si è fatto.

E' stato un successo e nessuna maldicenza ci ha raggiunto. Un insegnamento, questo, che al fare del bene non si dovrebbero ma anteporre degli scrupoli.

A conferma di tutto ciò, stamattina, ho trovato un messaggio privato di Maria nel mio Facebook.
Mi sono emozionato e le ho quindi chiesto il permesso di pubblicarlo.
Eccolo in calce.
Alla prossima!

Eugenio Flaccovio

Buongiorno Eugenio…Mi ero ripromessa di mandarti un messaggio la sera stessa del Cash Mob ma, come puoi immaginare, con Maurizio siamo stati a raccontarci dell’emozionante esperienza; guardavamo le prime foto pubblicate e sorridevamo come due bambini. Non sai quanto forte è stata la mia emozione nel vedere arrivare tutta quella gente all’appuntamento, percepire dai loro sorrisi e dal loro entusiasmo la consapevolezza di essere parte di un gruppo che, divertendosi, si spende per il bene comune; l’emozione dei miei amici nell’attendere il tuo annuncio (lì mi sono sentita un po’ in torto, ho chiesto loro venia, dopo, per il tranello e si sono anche complimentati per aver retto il gioco fino alla fine senza far trapelare nulla) e, al di là dell'irruzione in libreria che ovviamente ha reso loro ancora più partecipi per l'affetto che ci lega, sono rimasti colpiti ed entusiasti per aver avuto l'opportunità di conoscere il cash mob. Sentivo il cuore in gola mentre ci incamminavamo verso la libreria e, cercando di immortalare lo stupore dei ragazzi standomene un po’ dietro le quinte, non sono riuscita a far neanche una foto per l'improvviso tremore alle mani e gli occhi pieni di lacrime felici. Gli occhi di Maurizio e Fabio quando si sono visti arrivare tutta quella gente, l’entusiasmo dei partecipanti nel conoscere la libreria e la gioia sincera che ho letto nei sorrisi di chi mi conosce nel condividere con me quel momento, mi hanno completamente catapultata in uno stato di estasi oserei dire, rimanendo attonita nel fissare tutto ciò che stava succedendo e identificandomi con l’anima gioiosa di ognuno dei “cahmober” presenti.Il cash mob regala momenti di sano e sincero entusiasmo, qualsiasi sia il tuo ruolo in quel momento. 
Grazie ancora per tutto. 
Un abbraccio,
Maria
Si è verificato un errore nel gadget