Ottobre 2013: Cash Mob da Punto Pizzo Free

Cash Mob PalermoTre coincidenze molto particolari hanno reso questo Cash Mob unico e irripetibile.
La prima: una manifestazione non consentiva l'accesso alla zona dell'appuntamento, che quindi è stato rinviato di una settimana.
La seconda: dalla segnalazione all'evento, il segreto beneficiario... ha venduto l'attività.
La terza: il nuovo proprietario ha rifiutato l'intervista tv che precedeva l'incursione, e ha addirittura chiuso la saracinesca!

Si è dunque imposto un cambio di rotta: per fortuna un Punto Pizzo Free era proprio davanti a noi, e quindi ci siamo indirizzati lì senza indugiare.
 
L'acquisto è stato allegro come sempre, impreziosito dalla performance live di Mandreucci&Vella e rallegrato dallo zompettare del fotografo ufficiale Salvo Veneziano. Sempre per ricordare che la sopravvivenza del piccolo imprenditore locale va difesa coi nostri acquisti, per mantenere lavoro e flussi economici all'interno, e non all'esterno delle nostre città.
 
Tutto bene per l'aderente alla rete di AddioPizzo, cui siamo sempre vicini, ma... quale era il vero beneficiario?
 
Il "vero" beneficiario di questo Cash Mob era Altroquando, la storica libreria/fumetteria baluardo della controcultura, dell'attivismo politico e della cultura LGBT che, già in difficoltà per la crisi, ad agosto aveva subito la gravissima dipartita di Salvatore Adelfio, il suo fondatore.
 
Anche se la nuova gestione di Altroquando ha "rifiutato", suo malgrado, il cash mob, non mettendosi in gioco con l'intervista iniziale, auguriamo a questa storica attività di prosperare come merita.
 
Alla prossima!
Si è verificato un errore nel gadget